TVVetrina

MADRE TERRA

A Cura di ANGELICA ARTEMISIA

 

 

Incendi e pericoli della deforestazione

Basta inserire poche parole chiave su internet per rendersi conto del disastro che un incendio è in grado di causare. Non si tratta semplicemente di un danno paesaggistico. Quando si parla di danno “ambientale” bisogna percepire in maniera chiara che il danno riguarda la qualità della vita di tutti, il cambiamento dell’ecosistema. Si può provare ad immaginare di essere un pesce e che l’acqua in cui siamo immersi improvvisamente diminuisce, fino a lasciare uno spazio vitale minimo.

Meno è ampio lo spazio di vita, più è vicina la morte. Questa immagine è utile a comprendere in che condizioni l’essere umano stia mettendo se stesso.

I boschi sono la nostra acqua, il nostro spazio vitale. Un mondo senza foreste diventa claustrofobico, la terra brucia e ci impedisce di tenere i piedi su di essa. Un mondo senza alberi è un mondo disperato.

Ma cerchiamo di capire quali sono effettivamente i danni concreti che possiamo percepire fin da subito, a parte quello visivo della distruzione paesaggistica.

Sicurezza e boschi

Un bosco bruciato rappresenta un problema di sicurezza. Infatti, in particolare negli incendi di boschi montani, dove è naturale la presenza di pendii, il primo risultato della distruzione degli alberi e che con più facilità si osservano fenomeni di caduta massi. Questo non avviene soltanto durante l’incendio, ma anche dopo. Lo strato di fogliame e cenere che resta a terra impedisce all’acqua piovana di penetrare e dunque essa defluisce provocando fenomeni di erosione. Le pietre vengono destabilizzate e tutto il territorio diventa pericoloso. Inoltre la fauna che vive nel bosco subisce danni fortissimi e le piante a volte impiegano molto tempo per rinascere. Nelle zone bruciate, poi,

Buone norme

Per evitare gli incendi è buona norma seguire alcune indicazioni che in genere sono diffuse dalla Protezione Civile:

1. non accendere fuochi fuori dalle aree attrezzate quando si fanno gite fuori città;

2. non gettare mozziconi di sigaretta o fiammiferi ancora accesi nelle aree verdi o quando si viaggia in auto o in treno;

3. fare attenzione a gettare i rifiuti negli appositi contenitori: se abbandonati, infatti, i rifiuti possono prendere fuoco;

4. non parcheggiare le automobili in zone ricoperte da erba secca: il calore della marmitta potrebbe dare inizio a focolai incendiari;

E se assistiamo ad un incendio o ad un principio dello stesso, è fondamentale chiamare immediatamente il numero 1515 del Corpo forestale dello Stato e avvertire anche le forze dell’ordine, polizia e carabinieri. Gli incendi sono eventi che facilmente si trasformano in immense tragedie anche umane, soprattutto quando tra il bosco ed il centro abitato c’è soluzione di continuità.

 

 

 

Condividi con gli amici su:

Comment here