In EvidenzaLifestyle & creatività

Madre Terra di Angelica Artemisia

MADRE TERRA

di ANGELICA ARTEMISIA

 

ALBERI MONUMENTALI

Cosa sono gli alberi monumentali? Queste enormi creature che vivono sulla terra da secoli o addirittura da millenni, fissi nello stesso luogo, resistenti a qualsiasi situazione climatica… Sono incredibili fonti di informazioni sulla storia della terra, di energia positiva, di bellezza. Non molti ne sono a conoscenza, ma i percorsi tra gli alberi monumentali, ossia molto antichi, sono una risorsa essenziale per il territorio. Non si tratta solo dei possibili percorsi turistici eco-sostenibili e relativi alla promozione dei cammini – settore di turismo in crescente successo – ma degli aspetti di conservazione del paesaggio e di benessere concreto dell’ecosistema che intorno ad essi si è creato nel tempo. Un albero non è semplicemente una creatura positiva, ma è strutturale. Intorno alle sue radici, infatti, si creano tutta una serie di strutture, per cui l’albero, grazie a delle cellule neuronali poste agli apici delle stesse radici, è in grado di comunicare informazioni fondamentali a tutti gli altri individui della sua specie, come memoria storica in grado di dare linfa alle nuove generazioni. L’intricato sistema delle radici, infatti, crea una rete molto simile al nostro internet, solo che le informazioni – sempre trasmesse attraverso impulsi elettrici – viaggiano in maniera estremamente lenta e, forse, più umana!

Gli alberi monumentali spesso si sono conservati in ambienti in cui l’uomo non è riuscito ad intervenire, sterminandoli. La loro importanza e ricchezza non è ancora pienamente conosciuta, eppure sono già molti quelli che nei weekend scelgono di fare percorsi naturalistici con l’intento di abbracciare gli alberi. Essi sono templi della natura, tanto che nell’antichità, prima dei templi di pietra, le antiche sacerdotesse vivevano nei boschi poiché le foreste erano esse stesse dei templi in grado di rivelare all’uomo ogni mistero.

BOX

Estremamente affascinante è il percorso nella RISERVA NATURALE REGIONALE – VALLI CUPE, nella zona della Presila catanzarese, dove è possibile anche soggiornare e godere dei diversi sensazionali cammini attraverso le piante secolari che vengono custodite in questo luogo quasi senza tempo, tra canyon, gole e monoliti.

Tutte le informazioni, sul sito www.riservanaturalevallicupe.it

Credits foto

Foto di Nicola Scanga

Condividi con gli amici su:

Comment here